Agenzia delle Entrate

Errore 2002 File Internet e Fisconline

Sempre più clienti mi hanno contattato in questi giorni lamentando un problema con l’invio telematico di IVA o RLI attraverso File Internet o Fisconline: si tratta dell’ERRORE 2002 in fase di preparazione.

Questo errore è sintomatico di qualche configurazione andata a pallino del software dell’Agenzia delle Entrate e, spesso inizia a comparire insieme al ben peggiore errore CO-01.

Cerchiamo di capire come risolvere questo errore 2002 di File Internet in modo rapido e senza danneggiare nulla. Continua a leggere →

Come creare un PDF/A per modello RLI (con Office 2003 e precedenti)

archiviare come pdf/a

Con l’introduzione del tanto odiato modello RLI, soprattutto per i numerosi problemi che affliggono la fase di preparazione del file (con tanto di errore CO-01) si è reso necessario l’invio della documentazione in formato PDF/A o TIFF.

Ora, visto che un contratto scannerizzato e poi salvato in TIFF (in risoluzione decente) può tranquillamente superare i 10MB e che inviarlo con Fileinternet o Entratel non sia proprio uno scherzo… resta solo la soluzione PDF/A. Continua a leggere →

Errore CO-01: Assistenza e Ultimissime

errore CO-01 disperato

Se registri contratti di affitto online sai benissimo di quale incubo sto parlando. CO-01 nasce soprattutto da quando è stata introdotta la registrazione con modello RLI.
 
CO-01 è un errore nella fase di verifica del file da inviare che dipende da una mal configurazione del sistema software dell’AdE.
 
Niente che abbia a che fare con DATOS o altri software concorrenti.
 
Semplicemente, per motivi ancora inspiegati, il programma (FileInternet o Entratel) comincia a dare errore CO-01 e, nonostante aggiornamenti, reinstallazioni, vaticini, aglio ed acqua di Lourdes… Continua a leggere →

Errore CO-01 con Entratel o FileInternet

Problemi con entratel e fileinternet errore CO-01Molti clienti, dopo avere aggiornato il software FileInternet o Entratel, lamentano un errore bloccante CO-01 in fase di controllo dei file .rli o .dcm per le locazioni.

Ad oggi, nonostante il nostro supporto diretto, tentativi di reinstallazione completa, aggiornamento di Java ed altre diavolerie, purtroppo l’unica soluzione che abbiamo trovato consiste nella reinstallazione completa del sistema, come evidenziato nella procedura passo-per-passo che trovi poco sotto.

L’unica certezza è che l’errore CO-01 non dipende dal software datos  in quanto se si prende il file generato e lo si testa su un altro sistema il file supera il controllo. Continua a leggere →

Cedolare secca con più proprietari: e l’ISTAT?

Approfitto di questo breve articolo per chiarire un aspetto molto dibattuto, sconosciuto e, soprattutto, male applicato in questi ultimi 2 anni: l’aggiornamento del canone in presenza di un locatore che opta per la cedolare e un altro no (e casi simili).

 

Il tutto nasce dal fatto che, ad oggi, ancora molti clienti mi chiedono

come posso effettuare con DATOS il calcolo del nuovo canone quando ho più proprietari che non optano tutti per la cedolare?

In soldoni, infatti, solo all’inizio la legge contemplava la possibilità di adeguare il canone per la quota parte di proprietà non soggetta a cedolare secca.

Poi una serie di circolari dell’AdE (circolare-entrate-cedolare-26e e Circolare-agenzia-entrate-20e) hanno chiarito il comportamento corretto da adottare in questi casi particolari.

In particolare ne parla in modo molto completo il blog di SoloAffitti a questa pagina (se clicchi sull’immagine qui sotto, puoi vedere un’anteprima dei contenuti).

Esclusione istat pro-quota con cedolare secca

Allo stesso modo Luca Tonzani illustra in questo articolo le principali modifiche apportate dalla circolare 20/E, chiarendo gli aspetti fondamentali in modo conciso e molto semplice.

luca-tonzani-cedolare-secca

Riassumendo, se sei proprio pigro e non hai voglia e tempo di leggerti tutti i documenti…

[features_box_yellow width=”75%” + border=”2px”]Il canone rimane bloccato ANCHE PER CHI NON OPTA.
Quindi, detto fuori dai denti, “resta fregato” senza possibilità di aumentarlo con l’ISTAT.[/features_box_yellow]

Motivo in più, se hai clienti in questa situazione, di contattarli, far loro presente il problema e consigliare la soluzione migliore a fronte della tua esperienza e, sempre, dietro avallo del commercialista (che, purtroppo o per fortuna, ha l’ultima parola quasi su tutto).

CLICCA QUI e scarica gratis il report per gestire piu' affitti con margini superiori alla concorrenza!

A presto

Davide